Menu
wintrek 1
claudia
woody allen
ashish
carabinieri 2
galera
sculacciabuchi
signora
licenziamento
core dumped
prete siciliano
lettera student...
isola
videoladen
wintrek 2
perfetti
babbo natale
femminista
pierino
carabinieri
pompe funebri
adamo ed eva
padri riproduttori
rettali
wordperfect
peneide
love story
ifigonia
computer x idioti
cappuccetto rosso
regalo
fagioli
gita ad arcore
i 3 buchi
matrix reload
segnali stradali
motori
pc story
bill gates
il vasetto
id4
lettera manager
Le Due Torri

Blog
anni :
2004
2003
2006
2005

Lavagna

Extra
Barzellette
leggi guestbook
firma guestbook

Altro
FriendTest

Contatore

Statistiche web e counter web
documenti - storie - padri_riproduttori

La politica del governo inglese riguardo la medicina sociale e' stata recentemente ampliata per includere un nuovo servizio chiamato "I Padri Riproduttori"
Sotto l'egida del governo, qualunque sposa che non riesce a rimanere incinta durante i primi cinque anni di matrimonio puo' richiedere i servigi di un"Padre Riproduttore", un impiegato governativo che tentera' di risolvere il problema della coppia mettendo incinta la moglie.
Gli Smith, una giovane coppia, non hanno ancora bambini, ed il padre riproduttore dovrebbe arrivare a momenti. Prima di andare al lavoro, Mr. Smith saluta la mogliettina dicendole:
"Allora io vado, mi raccomando, tra poco dovrebbe arrivare l'uomo del governo..."
Pochi attimi dopo un fotografo per bambini  ambulante bussa alla porta...
*toc toc toc*
S(ignora Smith): "Buon giorno"
F(otografo): "Buon giorno signora, lei non mi conosce, ma sono venuto per..."
S: "Non c'e' bisogno che mi spieghi, la stavo aspettando"
F: "Veramente? Bene! La mia specialita'  sono i bambini, specialmente i gemelli"
S: "E' proprio quello in cui speravamo io e mio marito, prego, entri e si sieda"
F: "Allora non c'e' bisogno che la convinca all'idea?!"
S: "Non si preoccupi, io e mio marito abbiamo deciso che questa e' la cosa giusta da fare"
F: "Bene, allora forse sarebbe meglio cominciare a darsi da fare, che ne dice?"
S: (Arrossendo) "Da dove cominciamo?"
F: "Lasci fare tutto a me. Di solito ne faccio due nella vasca da bagno, una sul divano ed un paio nel letto. A volte il pavimento del salotto permette anche sviluppi incredibili"
S: "Vasca da bagno, pavimento del salotto? Ci credo che non ha funzionato con Harry e me da soli"
F: "Bene signora, nessuno dei miei colleghi le puo' garantire una buona ad ogni colpo, ma se proviamo un poco di posizioni diverse ed io sparo da sei o sette angoli diversi, sono sicuro che lei sara' soddisfatta con il risultato. Infatti, il mio biglietto da  visita dice: "La mia mira e' il vostro piacere"
S: "Mi scusi, ma non le sembra che tutto questo sia un poco troppo informale?"
F: "Signora, nel mio lavoro un uomo deve essere sempre tranquillo ed suo agio, mi piacerebbe farle un servizio veloce, entrare ed  uscire in cinque minuti, ma non credo che lei ne rimarrebbe molto soddisfatta"
S: "Come la capisco! Ha avuto molto successo?"
F: (Aprendo la valigetta ed estraendone fotografie di bambini)
"Guardi questa foto. Che lei ci creda o no, e'  stata fatta sul tetto di un autobus al centro di Londra"
S: "Dio mio!"
F: "E questa e' la foto dei due piu' bei gemelli della citta'. Sono venuti piuttosto bene considerando come faceva la difficile la madre..."
S: "Come mai?"
F: "Pensi che l'ho dovuta portare alla Villa Comunale per farle il servizio.Non ho mai lavorato in condizioni cosi' difficili. La gente ci circondava da tutte le parti e si spingevano per cercare di avere una buona visualesu quello che stava succedendo..."
S: "Davvero?!?"
F: "Si, e ci abbiamo messo piu' di tre ore. La madre era cosi'eccitata che cominciava a saltellare attorno, gridando ed eccitando la folla.Non riuscivo a concentrarmi, ho dovuto addirittura chiedere ad un paio di uomini forzuti di tenermela ferma. Quando ha cominciato a scendere la sera ho dovuto affrettare le operazioni. Quando gli scoiattoli hanno cominciato a mordicchiarmi l'attrezzatura ho dovuto mettere tutto dentro"
S: "Intende dire che le hanno davvero morsicato...aheeemmm...l'attrezzatura?"
F: "Si, ma sono i rischi del mestiere. Il mio lavoro e' un piacere per me. Ho speso anni per perfezionare la mia tecnica. Guardi questo bambino, l'ho fatto nella vetrina di un supermercato"
S: "Fatico a crederle..."
F: "Bene signora, se lei e' pronta, io preparo il treppiede cosi' possiamo cominciare..."
S: "Il Treppiede?!"
F: "Oh, si, ho bisogno del treppiede per reggere la mia attrezzatura, altrimenti non riesco a muoverla e tenerla in mano mentre agisco...Signora Smith? Signora Smith? Cristo, e' svenuta..."