Menu
albanese
oreglio
trilussa
odepet
benni
varie 3
guzzanti
chissenefrega
messina
orselli
dante
berlusconi
varie 2
gioacchino belli
hobbes
dazelig
sansone
scorregia
rifleman
corewar
varie 1
genitali

Blog
anni :
2004
2003
2006
2005

Lavagna

Extra
Barzellette
leggi guestbook
firma guestbook

Altro
FriendTest

Contatore

Statistiche web e counter web
documenti - poesie - rifleman

RIFLEMAN

Alla fine ho deciso di dare anch'io un contributo a quest'angolino!

 

IO CI SARO'

Io sarò lì
Ad aspettarti
Anche sotto la tormenta
Bagnato dalla pioggia
Tormentato dal forte vento
E ti aspetterò imperterrito,
Finchè non sbocceranno nuovi fiori
E il sole tornerà a splendere alto in cielo
Finchè tu non tornerai da me
Finchè …
Finchè NON ME RIDAI I SOLDI!!!

 

LA VENERE NERA

O dolce venere nera che di notte
Passeggiavi sotto casa mia
Io da te cercavo tanto amore
Oh dolce venere di Manila
Ma tu rispondevi solo con quattro parole
<<Bocca culo figa cinquantamila!>>

 

VEDO TE

Quando guardo il sole tramontare
E dipingere il mare di mille colori
Vedo te
Quando guardo la luna piangere
Polvere di stelle
Vedo te
Quando guardo il sorriso di un neonato
Non posso fare a meno di vederti
Quando passeggio per i fioriti prati
Vedo te ...
MA TE VO TOJERE DAVANTI????

 

PUZZA

Non è vero che tutta la cacca puzzi
A volte accendo il televisore
E non sento odore

 

MANZONI

All'ombra dei cessi e dentro l'#etna
confortate da Anto, forse il tonno della Nostromo
vien duro?

Addio tonti uscenti dalla boutique ed eleganti col velo
concime ineguale ben nota a chi è cresciuto tra voi
e impresse nella sua mente non meno che lo sia l'aspetto dei tuoi famigliari.
I peti dei quali si distingue lo scroscio come il suono delle voci domestiche
concime sparso e marroneggiante sul pendio
come branchi di pecore defecanti, addio!
quant'è triste il passo di chi, cresciuto tra voi, se ne allontana.
Alla fantasia di quel cesso che se ne parte volontariamente
tratto dalla speranza di fare altrove fortuna
  


si dice che i veri amici
si vedano nel momento del bisogno
ma tu mi hai abbandonato
mi hai lasciato solo in una valle di lacrime
quando il danno era già fatto
inutile piangere
inutile gridare
avvolto dal suo odore
non mi restava altro da fare
che aiutarmi con le mie stesse mani
possibile mai che la carta igienica
finisca sempre quando mi siedo io ???